Il mandala Vairocana  e’ conosciuto come il grande Uno, il Grande illuminatore oppure secondo la tradizione Sarvadurgati Parishodhana Tantra, l’Onniscente.
Nell’immagine a sinistra  il Buddha Vairocana e’ raffigurato al centro seduto sul loto, con le sue facce a guardare in ogni direzione e in una mudra di meditazione e come la Vacuita’ che rappresenta e’ in apparenza pacificato e calmo. 
Nel cerchio immediatamente successivo, in corrispondenza delle quattro direzioni cardinali sono raffigurati gli altri quattro Buddha con le rispettive Paredre o consorti sedute al loro fianco sinistro, riconoscibili dai colori. Il rosa pallido, il blu, il rosso e il verde ciascuno con i suoi significiati di purificazione, conquista della saggezza e il fiorire della illuminazione. 
Ciascuno e’ raffigurato con due braccia, due gambre, gioielli e sete, cosi’ come nel cerchio successivo sono raffigurate le sedici divinita’ delle offerte.Il mandala si espande poi nelle quattro mura con le rispettive porte vigilate da una divinita’ e i giardini pieni di offerte e simboli.
Questo mandala ha catturato la mia attenzione proprio per la presenza importante delle consorti. Ciascuna infatti siede accanto al Buddha di cui e’ il doppio, l’eneregia che unisce il mondo fisico con quello trascendente. Non a caso la dakini, la shakti e la paredra sono presenti in mandala dedicati a divinita’ la cui funzione, come in questo caso con Vairocana, e’ rimuovere le cause e gli effetti che potrebbero condurre a una rinascina negativa.

Fonti:
Beer, Robert. The Encyclopedia of Tibetan Symbols and Motifs: Boston, 1999
Rubin Museum Data

Testo originale pubblicato 16 feb 2015 su www.mandalaweb.info

Condividi sui social