I Crop Circle o cerchi del grano hanno una origine controversa e non del tutto chiarita. I primi esempi sono apparsi nel gia’ negli anni ’70 in Inghilterra, ma si trovano a tutte le latitudini fino alla Nuova Zelanda. Il fenomeno interessa anche l’Italia.

L’ultimo Cerchio del Grano ad apparire nel giugno del 2009 e’ stato segnalato in Puglia, in provincia di Taranto, vicino al paese di Monteiasi. L’Italia, pero’, non e’ nuova a questo fenomeno che si ripete ad ogni stagione della mietitura del grano.
La dimensione di ogni pittogramma e’ variabile ed i cerchi hanno un diametro tra i 40 e i 100 metri. Perfettamente visibili dall’alto, i Crop Circle suscitano molte ipotesi sulla loro costruzione, sui significati e sulla provenienza.
Le teorie sull’origine comprendono quelle piu’ scientifiche secondo cui i cerchi del grano sarebbero il frutto di frequenze ed onde sonore proiettare dal terreno e quelle piu’ fantasiose che vorrebbero i pittogrammi creati da menti aliene, mentre per molti e’ l’espressione di un nuovo stile artistico che coinvolge la madre terra nelle sue esibizioni con l’aiuto di strumenti ad hoc per creare i disegni. Non ultima anche teoria della burla di qualche buontempone.
Oltre ogni teoria cio’ che rende queste immagini degne di nota e’ la loro complessita’ e la  loro originalita’. Inevitabile il confronto con il mandala, soprattutto in quei pittogrammi in cui dominano le forme circolari.
Ricercare e trovare nelle immagini dei cerchi del grano i mandala si rivela un interessante studio e un diletto per gli appassionati. I risultati sono interessanti.

Nelle immagini appaiono molti elementi della geometria sacra, dalle piramidi ai tetraedri, i solidi Platonici e la cosidetta Vescica Piscis. In altri Crop Circle il pittogramma si ispira invece al sistema solare, stelle e flussi di energia, inoltre sono rintracciabili dei simboli ispirati ai geroglifici egiziani, all’albero della vita di origine orientale, o altri elementi della tradizione spirituale di antichi popoli. Come si puo’ vedere nella foto in alto a sinistra la cui fonte e’ da ricercarsi nella tradizione geroglifica dei popoli pre-colombiani.

Il mandala di Monteiasi (foto 2) nella sua semplicita’ si basa sul numero quattro, l’unione degli elementi, la genesi primordiale,  riprende, in forma piu’ schematica nel particolare ma piu’ articolata nell’insieme, il piu’ celebre angelo trovato a Cambridge, Inghilterra, nel 2001. (foto 3).
L’angelo e’ un simbolo spirituale molto antico gia’ presente nei testi ugaritici, accadici e in quelli biblici come mediatore tra Dio e gli uomini, ha una funzione di guardiano, messaggero, conduttore di astri. La sua presenza e’ da sempre considerata un buon auspicio in quanto tradizionalmente l’angelo e’ “portatore di buona novella per l’anima”.
Tutto cio’ contribuisce a rivestire di un particolare significato simbolico i Cerchi del Grano che diventano uno strumento di meditazione e di comunicazione artistica la cui origine incerta non fa che aumentare il fascino.
Per vedere un video sui Crop Circle vai alla pagina video del sito cliccando qui: Video
Fonti:
http://www.cropfiles.it/
http://it.wikipedia.org/wiki/Cerchi_nel_grano
http://en.wikipedia.org/wiki/Crop_circle
http://www.circlemakers.org/
http://www.geschichteinchronologie.ch/welt/Holitzka_kornkreis-mandalas-zum-meditierenden-ausmalen.html
http://www.cicap.org/new

Testo originale su www.mandalaweb.info 20 luglio 2009

http://www.mandalaweb.info/approfondimenti/news/Il-Crop-Circle-incontra-il-Mandala-anche-in-Italia-20-luglio-2009

Condividi sui social