Il cambiamento non è mai doloroso.

Solo la resistenza al cambiamento lo è

Buddha

Le parole del Buddha ci pongono di fronte ad un atteggiamento umano comune e spontaneo, perché frutto di abitudine e di pensiero. Il cambiamento, la trasformazione sono visti come una sfida impossibile e portatori di troppi, paurosi passaggi.

Le energie della vita sono per definizione trasformative, giacchè secondo un vecchio detto ” tutto scorre”. Dunque seguendo l’inclinazione naturale della vita siamo chiamati a uscire dalla nostra zona di comfort; ma rispondere a questa istanza prevede da parte nostra lo sforzo di accettare e agire. Questo diventa, in molti casi, un ostacolo per il nostro percorso di evoluzione e crescita. Così ci troviamo ad attivare tutti quei meccanismi di autogiustificazione, di autolimitazione che imballano la nostra esistenza. Siamo i primi costruttori di quelle gabbie che limitano il nostro agire e di conseguenza ci troviamo in una situazione di sofferenza e paradossalmente non sappiamo tirarcene fuori pur sapendo che c’è una strada per noi. Non riusciamo a compiere quel passo.

Renderci conto di questo è già un buon primo passo per sapere che possiamo stare meglio e che ci aspetta un percorso di crescita e autenticità, se solo abbiamo il coraggio di fare quel passaggio.

Molto altro lo scopriremo in occsione degli incontri a Bologna presso il Salotto Olistico il 12 e il 14 aprile tutte le informazioni per iscriverti su eventi

Photo “I mille volti di Budda” author unknow (please, if you know who is, send me a note)

Condividi sui social