Imagine there’s no heaven It’s easy if you try No hell below us Above us only sky Imagine all the people Living for today…Imagine there’s no countries It isn’t hard to do Nothing to kill or die for And no religion too Imagine all the people Living life in peace…You may say I’m a dreamer But I’m not the only one I hope someday you’ll join us And the world will be as one Imagine no possessions I wonder if you can No need for greed or hunger A brotherhood of man Imagine all the people Sharing all the world… You may say I’m a dreamer But I’m not the only one I hope someday you’ll join us And the world will live as one
John Lennon – Imagine

Il 21 settembre si celebrano due eventi importanti sul calendario; l‘equinozio d’autunno e la giornata internazionale della pace. Mi pare un connubio interessante, un intreccio di quelli cui guardare per guardarci dentro.L’equinozio segna l’entrata in una nuova stagione.Equinozio, significa che un giorno e una notte hanno le stesse ore di luce e di buio. Significa che c’e’ un equilibrio. Significa che c’e’ qualcosa di molto particolare nell’aria.E questa giornata coincide con quella mondiale della Pace. Su quest’ultimo argomento oggi rifletto nel mandala del lunedì.Ma che cos’e’ la pace? Cosa intendiamo per pace? Spesso quando si pensa alla pace si pensa all’assenza di conflitto, comunque a un concetto astratto, lontano. Forse non e’ proprio cosi’. La piu’ bella riflessione, al riguardo la fece una bambina di circa otto anni, a Modena nel giugno del 2014, quando partecipai alla Festa per i 50 anni di Azione nonviolenta, la rivista fondata da Aldo Capitini, con il laboratorio “il mandala incontra la pace”. Durante quell’evento il commento di questa bimba, spontaneo, libero, vero, ci arrivo’ nel bel mezzo della creazione dei nostri disegni. Disse: “la Pace e’ Amore”.Avevamo finito il nostro laboratorio, lo pensai. Ci guardammo tutti, tra noi, adulti e meno adulti, che altro aggiungere? Se non provo amore per me stessa, per il prossimo, per la Natura, per ogni creatura, se non metto amore nei miei gesti quotidiani, come posso trovare la pace? Come posso pretendere la pace?L’amore e’ giustizia, l’amore e’ condivisione, l’amore e’ accettazione, l’amore e’ azione concreta, impegno in prima persona, apertura del cuore e dell’anima. Solo attraverso un gesto d’amore trovo la pace. Anche il perdono ha bisogno di amore per realizzarsi. Eravamo li’ a creare, ad aprire dialoghi, ponti, e poi lei con due parole ha smontato i nostri sistemi difensivi, ha mostrato le nostre paure, nascoste dietro filosofie e mostri educativi. Lei era li’ a mostrarci il segreto, era davanti ai nostri occhi, con la purezza e la limpidezza di un’anima giovane, ha potuto dove non avevano osato le nostre parole di adulti. Ancora oggi quando penso ad una delle piu’ grandi lezioni di vita che si possano ricevere penso a quella bambina, a quella sua azione diretta, immediata e al suo meraviglioso mandala a forma di fiore. Era tutto li’ in quelle poche e semplici parole e a pensarci era tutto semplice. Uniti nelle differenze, forti e deboli insieme, sfumature e colori decisi, tutto fa parte dell’umanita’ proprio come il mandala che riunisce in un unico contenitore tante realta’ e tanti simboli.
Condividi sui social