Il mese di dicembre è un mese molto particolare.
Un mese in cui si celebrano il solstizio d’inverno, il “Solis Invictus”, la nascita di Cristo. Un mese in cui si omaggia il calore del sole, come portatore di vita e lo si invita a tornare splendente e luccicante.

Dicembre è  il mese del Natale, un momento incredibile che cade non a caso nel periodo meno luminoso dell’anno. Un tempo di introspezione. Ci guardiamo dentro, ci vediamo per come siamo e con piu’ indulgenza, con l’animo festoso di un bimbo che guarda le lucine dell’albero o la neve che cade, meravigliati del nostro stesso miracolo di persone e siamo disposti a cedere. Cediamo in senso positivo, alle ansie, alle paure che si manifestano nel buio prolungato, nel freddo intenso, nel silenzio improvviso della natura e nel momento stesso siamo coscienti che possiamo superarle. E per esorcizzarle e come auspicio per il prossimo futuro, certi che abbiamo toccato il fondo, ma siamo sopravvissuti un altro anno ci apriamo alla festa. E rispondiamo con la speranza.
Accendiamo fuochi e candele, mettiamo un ceppo a bruciare ininterrottamente per 12 notti, cosi’ che il freddo non possa penetrare nelle case, e rivestiamo con addobbi colorati e sgargianti, luminosi le nostre case e i nostri abiti.

Riflettere su questo aiuta a capire che non siamo soli nella notte dell’anima, che ci prende soprattutto durante le Feste di questo periodo, quando tutto, nonostante qualche malinconia, si colora di oro e rosso, verde e argento… e bianco. E si mescola tutto, lacrime e sorrisi dandoci proprio un segno che l’unità degli opposti che si attraggono e si equilibrano è possibile, e porta con sè la magia dell’unione degli inconciliabili.

Il mandala di questo mese ha un centro vuoto. Solo nella completa esperienza del vuoto si puo’ comprendere la totalità. È un “vuoto~pieno” quello di cui parlano gli antichi testi sacri orientali. “Se togli dalla perfezione la perfezione, non rimane che la perfezione”. Sembra un gioco di parole, ma se solo ci fermiamo un momento a pensarci questo si trasforma in un messaggio pieno di significati e di valore. Possiamo fermarci e rifletterci sopra, magari colorando il mandala.

Articolo originale da www.mandalaweb.info – http://url.mandalaweb.info/dacolorare

Condividi sui social
error