Patrizia di Filippo mi ha contattata raccontandomi dei suoi piatti di terracotta dipinti con motivi mandalici ed inviandomi alcune immagini delle sue opere.

Le sue diverse passioni, la pittura su porcellana, la ceramica etrusca, l’acquerello, come lo studio della geometria sacra e dell’architettura, la numerologia, la grafologia, lo studio del mito e dei simboli, approfondite con corsi e studi sono confluite nella terracotta dei suoi piatti.

Patrizia mi racconta: “Dipingo i mandala su piatti di ceramica lasciandoli grezzi in quanto la terracotta rappresenta la terra… ho iniziato a dipingere i piatti verso il 2007… ho iniziato per scaricare la tensione… Ne ho fatti più di 150 tutti diversi e usando solo 3 colori per volta, sempre gli stessi. Non riuscirei mai a ripetere lo stesso disegno. Alcuni mi ricordano ipotetici cerchi nel grano, altri disegni maya o dei nativi d’America. Non li copio vengono da soli seguendo un ritmo (3-4-5-6-7- …) con cui inizio il lavoro.”

Uno dei suoi piatti che ritrae il mito lunare (foto a sotto) e’ attualmente esposto nel museo della ceramica di Nove (Vicenza).

I colori della terra e il ritmo del movimento e delle forme raffigurate nei piatti di Patrizia regalano a chi osserva la sensazione del fluire delle energie del tempo legate ai riti ancestrali del culto della terra e del ciclo delle stagioni. Le terracotte di Patrizia ricordano le tradizioni piu’ antiche delle nostre culture, le emozioni che ci portiamo nell’anima in maniera inconsapevole e che si manifestano rivestendosi delle forme piu’ conosciute per parlare il linguaggio inconscio dei simboli. E’ un piacere per me ospitare le sue opere nel mio sito e riportare come allegato l’intervento di una conferenza dal titolo “Ornamenti greci etruschi un rapporto con il cosmo” cui ha partecipato come relatrice.

testo moriginale su www.mandalaweb.info, 23 marzo 2010
http://www.mandalaweb.info/persone-e-mandala/patrizia-di-filippo-e-i-suoi-piatti-mandalici-in-terracotta

Condividi sui social
error