Osservando la Pintadera, un disco di terracotta con incisioni geometriche, il richiamo a immagini mandaliche è innegabile. Le figure modellate sull’argilla di questi stampi, diffusi in Sardegna fin dal Neolitico, rimandano a simboli classici dell’astrologia e della mitologia sacra.

Le diverse ipotesi sull’uso delle pintaderas contribuiscono ad accrescerne le suggestioni el il fascino.
La teoria piu’ comune e accreditata sul loro uso afferma che la pintadera sia una sorta di stemma per marcare il pane. Testimanianze diverse indicano che tale pratica fosse molto in voga tra le famiglie notabili nella Sardegna medievale.
Un’altra ipotesi piu’ recente sostiene che nelle incisioni sulla superficie di alcune pintaderas si possa leggere la riproduzione di un calendario lunare e solare, molto simile a quello dei Celti, con cui si suppone fosse regolata la vita agricola delle comunita’ nuragiche.

Le due teorie amio avviso potrebbero essere compatibili invece che opposte. Da una parte perche’ alle origini della civilta’ tutto cio’ che era legato alla produzione agricola era considerato sacro, e il pane era preparato da una vera e propria liturgia ben prima di diventare un simbolo cristinano, dall’altra perche’ il calendario e’ uno schema antico che permetteva alle societa’ primitive di regolamentare la vita sociale e agricola e garantirsi cosi’ la sopravvivenza.

Il Sole e la Luna con alcune stelle erano considerati sacri perche’ con i loro cicli permettevano l’alternarsi delle stagioni, delle belle giornate e delle piogge, della neve e dell’aridita’ ed erano venerati come divinita’. La sacralita’ del Sole e della Luna era all’epoca la conseguenza di una necessita’ storica e di una visione del mondo animista e panteistica.
Le immagini delle diverse pintaderas rimandano a iconografie tradizionali del sole, insiemi di pianeti e di stelle cruciformi, o di fiori. Tutte immagini che rimandano all’astronomia e ai riti sacri. E sono tutti simboli che ricorro nel mandala.
Le antiche usanze nuragiche trovano una propria declinazione nell’arte-artigianato e nella simbologia mandalica che riunisce antiche forme e significati arcani nella quotidianita’. Il sole e’ simbolo di forza generatrice, a questo proposito rimando alla mia pubblicazione sul sole (http://www.mandalaweb.info/Home/il-culto-del-sole-e-il-mandala ) e la Luna il principio femminile per antonomasia ha fin dalle origini un valore equivalente ed equilibrante rispetto all’astro giallo, ne limita la potenza distruttrice e ne assorbe gli eccessi.

Anche nel Mandala l’uso di queste immagini rimanda alla radice della creazione.
Le incisioni che creano il calendario, secondo la ricostruzione di Nicola de Pasquale, riproducono invece una sorta di ragnatela e un pentagono. Entrambe queste immagini sono simboli del mandala sia tradizionale sia individuale. Leggendole come fossero mandala si puo’ dire che la ragnatela spesso indica l’impegno a costruire se stessi, il proprio destino e nello stesso tempo la capacita’ di distruggere. Non tutte le connotazioni legate alla ragnatela sono positive, ma sono riconducibili all’alternanza delle forze generatrici e distruttrici dell’universo da cui dipende la stabilita’ e l’equilibrio dell’intero cosmo. (Cirlot, 1962)


Il pentagono invece e’ strettamente connesso con il numero cinque che, nella cultura occidentale rappresenta la totalita’ naturale. E’ in relazione con l’uomo e il suo essere microcosmo perfetto all’interno di un macrocosmo, ricollegabile alla coscienza dell’uomo di essere elemento positivo e portante dell’universo. E’ il numero che aggiunge la spiritualita’ ai quattro elementi di cui e’ fatta la materia, e’ la quintaessenza che indica la capacita’ connettersi con il mondo reale e di creare una realta’ secondo la propria personale visione.

 

Altre Pintaderas, di provenienza differente si differenziano di poco da quelle sarde. Alcune riproducono il triangolo, la forma divina e trinitaria per eccellenza. Il mito delle tre donne – la giovane, la adulta e la vecchia saggia – era molto diffuso nell’area mediterrannea orientale, cosi’come la Trinita’ cristiana e il simbolo del numero Tre per Pitagora in cui coincidono “l’inizio, lo sviluppo e la fine” di ogni cosa. Un’altra iconografia che la pintadera condivide con il mandala tradizionale e‘ il serpente. Nell’immaginario simbolico il serpente e’ una figura ctonia, una figura sciamanica, antichissima. In oriente si identifica con la Kundalini, l’energia che attraversa il nostro essere e ne agevola il benessere. In molti Paesi e culture e’ un essere sacro, come il Serpente Bianco per i nativi americani. La direzione del serpente indica la giusta via, indica la capacita’ di vedere dentro se stessi, come affermato dalla moderna psicologia junghiana o la capacita’ di risvegliare la parte creativa di noi. In molte religioni antiche era adorato come divinita’ mentre per la setta Naassenica insieme al Sole e all’Albero rappresentava il Paradiso.


Las pintaderas, sia quelle sarde sia quelle ritrovate in altri paesi del Mediterraneo e del Caucaso offrono molti spunti di riflessione e aprono molte ipotesi sulla civilta’ Nuragica e sugli scambi e le contaminazioni culturali che fin dal Neolitico sono intercorsi tra i popoli che abitavano le sponde del “Mare Nostrum”.

Fonti:
S. Fincher, Creating Mandala,
Jorg Sabellicus, Manuale di Numerologia,
Cirlot Jean-Eduardo, Il libro dei simboli
C.Jung, Opera Omnia, Vol. IX, Mandala,
C.Jung, Mandala Symbols,
M. Eliade, Il sacro e il profano
http://www.oopart.it/38-antiche-tecnologie/541-la-pintadera.html
http://it.narkive.com/2007/6/20/4124805-calendario-nuragico-sa-pintadera.html
http://anticheterre.splinder.com/tag/archeologia
http://www.gianfrancopintore.net/index.php?option=com_content&view=article&id=85:ce-pintadera-e-pintadera-quelle-sarde&catid=3:archeologia&Itemid=37
http://shardanapopolidelmare.forumcommunity.net/?t=23568334
http://www.teloanuncio.es/anuncio-clasificado-pintaderas-aborigen-de-gran-canaria-617757
www.jonangpa.com/taxonomy/term/1039
http://www.gsgonnesa.it/phpBB3/viewtopic.php?p=48229

Testo originale su www.mandalaweb.info, 12 Giugno 2010
http://www.mandalaweb.info/approfondimenti/news/%E2%80%9Csapintadera%E2%80%9Dsardaunmandalatrapaneecielo-12giugno2010

Condividi sui social
error