15 ottobre 2011 – Bologna – Workshop di base

Ogni volta che lavoro con il mandala tibetano ricevo il grande dono della condivisione e della gioia di vedere quanto sia potente, difficile e generoso.
La complessita’ di questo strumento, della sua storia e dei suoi significati sono impossibili da razionalizzare completamente perche’ parte di un conosciuto che trascende la realta’ e di un sistema di pensiero molto articolato. Tutti questi aspetti sono stati la giuda su cui si e’ strutturata la nostra giornata di lavoro.
L’esperienza del mandala di sabbia ha offerto a ciascuna la possibilita’ di confrontarsi con un veicolo inusuale per una meditazione profonda. Ha svelato meglio di mille parole la difficolta’ pratica di gestire la memoria, le regole, la pazienza e la “fede” nelle proprie capacita’ creative, ma ha dato la gioia della sorpresa nella riuscita e l’armonia interiore che deriva dalla scoperta che lasciando andare via in realta’ si riceve molto di piu’.
Nel video creato con alcuni momenti della giornata anche alcuni spunti informativi, non esaustivi ma interessanti per riflessioni e approfondimenti…

Il mandala tibetano: architettura dell’Illuminazione
Programma Workshop

sabato 15 ottobre
9.30 -18.00
Sala Multifunzione
via Legnano 2
Borgo Panigale, Bologna

ore 9.30 – 13.30
Introduzione al mandala tibetano, l’architettura sacra della mente
Lettura di un mandala tibetano: analisi dei simboli e dei colori e loro significati
Colorazione di un mandala tibetano
ore 13.30 – 14.30 Pausa pranzo
ore 14.00 – 17.30
Introduzione al rito del mandala tibetano: i gesti e la liturgia
Realizzazione di un mandala con le sabbie colorate
Rito di distruzione del mandala di sabbia:una sintesi della gestualita’ sacra
ore 17.30 – 18.00
Chiusura del workshop
Durante la giornata sono previsti break per recuperare energia e concentrazione

Condividi sui social